Prodotti

Shou sugi ban
che cos'è e a cosa serve

Tavolobello Srl

La tecnica Shou Sugi Ban è una pratica tradizionale giapponese nel trattamento del legno con il fuoco. Questa tecnica è stata sviluppata secoli fa per migliorare la durabilità e la resistenza del legno, ma oggi è anche apprezzata per il suo impatto estetico.

Lo strato carbonizzato funge da barriera naturale contro l'umidità, gli insetti e il marciume. Inoltre, il processo può anche stabilizzare il legno, riducendo il rischio di deformazioni e crepe nel tempo, aumentare la resistenza e la durabilità.

Quali legni resistono meglio al fuoco?


Parlando dei legni da utilizzare per questa tecnica possiamo dire che esistono alcune caratteristiche naturali che rendono alcuni tipi di legno più resistenti al fuoco rispetto ad altri.
I legni con una maggiore densità, come quelli provenienti da alberi di crescita lenta, tendono ad essere più resistenti al fuoco. Questi legni hanno meno spazi vuoti all'interno delle cellule, il che li rende più difficili da incendiare.

Alcuni legni, come la quercia e l'acero, contengono meno olio e resina che possono alimentare le fiamme. Questo li rende meno suscettibili agli incendi.
Il legno con un'alta percentuale di umidità è più resistente al fuoco, poiché richiede più tempo ed energia per surriscaldarsi e infiammarsi.

Cedro Rosso: è noto per la sua naturale resistenza al fuoco a causa della bassa conducibilità termica e dell'alta percentuale di acqua contenuta nelle cellule.

La quercia: è generalmente considerata più resistente al fuoco rispetto ad altri tipi di legno a causa della sua densità e struttura cellulare.

Il teak: ha una bassa conducibilità termica e un basso contenuto di olio, rendendolo relativamente resistente al fuoco.

Cedro del Giappone: è noto per la sua resistenza naturale al fuoco, dovuto alla sua densa struttura cellulare.

L’Abete di Douglas: ha una struttura cellulare densa e ha dimostrato di avere una buona resistenza al fuoco.

Vediamo la tecnica Shou Sugi Ban e le sue fasi di lavorazione


La bruciatura: La superficie del legno viene esposta alle fiamme. Questo può essere fatto con un bruciatore a propano o tramite un'apertura di fuoco controllata. Il legno viene bruciato fino a quando non assume un colore nero carbonizzato.

Il raffreddamento e Pulizia: Dopo la combustione, il legno viene raffreddato e pulito per rimuovere il carbone e le scaglie superficiali, lavato facendolo asciugare bene al sole. Questa fase è importante per rivelare la consistenza e il motivo risultante dalla bruciatura.

La protezione: Infine, il legno viene trattato con un olio o un sigillante per proteggerlo dall'umidità, dai parassiti e per preservare la sua integrità strutturale.
Modalità diverse di esecuzione danno risultati diversi, i fattori determinanti sono la durata e l'intensità del trattamento che influenzano il risultato finale. Una bruciatura più profonda produce una superficie più scura e accentuata.

Il tipo di legno, le diverse specie di legno reagiscono in modo diverso alla bruciatura. Infine la finitura, la scelta del sigillante o dell'olio protettivo può influenzare l'aspetto finale del legno. Alcuni sigillanti possono accentuare ulteriormente la consistenza carbonizzata. La tecnica Shou Sugi Ban non solo aggiunge un aspetto unico e attraente al legno, ma anche un livello di protezione che lo rende adatto a una varietà di applicazioni, compresi pavimenti, rivestimenti e arredi.

Vuoi un preventivo o informazioni ?

Siamo a tua disposizione per ogni chiarimento o supporto, puoi chiamarci telefonicamente o contattarci tramite whatsapp cliccando i bottoni

+3905771645981 WhatsApp

oppure inviarci la tua richiesta compilando il modulo con i tuoi dati

Riempi il modulo per inviarci una mail