Prodotti

Legno resistente all’acqua
Qual è il più resistente

Tavolobello Srl

Il legno è un materiale naturale che viene da sempre ampiamente utilizzato nei modi più disparati. Le sue caratteristiche, infatti, gli permettono di essere sfruttato tanto per la realizzazione di piccoli e delicati oggetti quanto di imponenti e resistenti strutture che devono affrontare tutta una serie di sollecitazioni di un certo tenore. Basti pensare al legno usato per le pavimentazioni esterne, o per gli infissi, o, ancora, per i mobili da esterno. Proprio per questi usi è necessario un tipo di legno che possieda una caratteristica specifica importantissima: la resistenza all’acqua.

“Vivendo” all’aperto, questi manufatti in legno devono poter affrontare serenamente, senza subire danni, tutte gli eventi climatici che hanno a che vedere con l’acqua.
Ma non tutti i legni sono dotati di questa caratteristica, ovvero, non tutti i legni sono resistenti all’acqua e, di conseguenza, non tutti sono adatti a questo genere di impiego. Non lo sono, ad esempio, il noce, il ciliegio, il faggio, l’acero e la betulla.

Ma quali sono, invece, i legni resistenti all’acqua?


Il rovere
Il rovere è un legno duro molto pregiato ricavato dalla quercia.
Grazie alla sua resistenza a urti e sollecitazioni e alla sua stabilità è ideale per la realizzazione di mobili, di pavimenti e di infissi.
Il rovere, infatti, sopporta molto bene l’umidità e le variazioni di temperatura.

Il castagno
Il castagno è un legno mediamente duro e molto resistente, che sopporta molto bene l’umidità e le variazioni di temperatura.

Il larice
Il larice è un legno tenero, ma è ugualmente ottimo per l’uso esterno in quanto presenta un’ottima impermeabilità.

Il cipresso
Il cipresso è un legno pregiato mediamente duro e dalla ottima resistenza all’acqua.

Il pino silvestre
Il pino silvestre è un legno tenero, facile da lavorare e molto resistente, per cui è apprezzato per la realizzazione di infissi, serramenti e pavimentazioni per l’esterno.

L’abete nordico
Anche l’abete nordico è un legno tenero, che, essendo molto versatile e resistente, viene ampiamente usato anche per manufatti da esterni.

L’abete americano
L’abete americano, conosciuto anche con il nome di Abete di Douglas, è un legno mediamente duro e resinoso, quindi naturalmente dotato di un buon livello di impermeabilità e di resistenza all’acqua.

Il teak brasiliano
Il teak è un legno scuro e duro che ha un’ottima resistenza all’acqua, tanto che lo possiamo definire idrorepellente.

L’iroko
L’iroko un legno duro esotico particolarmente adatto all’uso esterno, visto che è molto resistente e stabile e che sopporta molto bene l’umidità e le variazioni di temperatura.






Perché l'acqua può essere dannosa per i mobili in legno?


L'acqua può causare una serie di problemi ai mobili in legno. Innanzitutto, l'umidità e l'acqua possono penetrare nelle fibre del legno, causando rigonfiamenti, deformazioni e crepe. Questo può compromettere la struttura del mobile e rendere l'aspetto complessivo poco attraente. Inoltre, l'acqua può causare macchie, segni di umidità e sbiadimento del colore, influenzando l'estetica e il valore estetico dei mobili.

Inoltre, l'acqua può favorire la crescita di muffe e funghi sul legno, soprattutto in ambienti umidi o poco ventilati. Questi organismi possono danneggiare la superficie del mobile, causando macchie permanenti e odori sgradevoli. Inoltre, la presenza di muffe può rappresentare un rischio per la salute, specialmente per coloro che sono sensibili alle allergie o all'asma.

Per proteggere i mobili in legno dall'acqua, è importante adottare alcune misure preventive. Innanzitutto, evitare di lasciare oggetti umidi o bagnati sui mobili, poiché possono lasciare aloni o causare danni irreversibili. È consigliabile utilizzare sottobicchieri o tovagliette per evitare che bicchieri, tazze o pentole calde mettano in contatto diretto con il mobile con l'acqua.

In caso di versamenti accidentali di liquidi sul mobile, è fondamentale agire tempestivamente. Asciugare immediatamente l'area interessata con un panno morbido assorbente per ridurre al minimo l'assorbimento dell'acqua nel legno. È importante evitare l'uso di asciugacapelli o altre fonti di calore diretto, poiché potrebbero causare ulteriori danni al legno.

Inoltre, mantenere un livello di umidità adeguato nell'ambiente può contribuire a prevenire danni da acqua. Utilizzare umidificatori o deumidificatori, a seconda delle necessità, per mantenere una giusta umidità relativa nell'aria. In questo modo si riduce la possibilità che il legno assorba l'umidità e si danneggi.

Infine, è consigliabile proteggere i mobili in legno con finiture o rivestimenti protettivi appositi. Questi prodotti creano una barriera tra il legno e l'acqua, aiutando a prevenire danni e mantenendo l'aspetto originale del mobile nel tempo.

Ricordate che la cura e la manutenzione adeguate sono fondamentali per preservare l'integrità e la bellezza dei mobili in legno.

Vuoi un preventivo o informazioni ?

Siamo a tua disposizione per ogni chiarimento o supporto, puoi chiamarci telefonicamente o contattarci tramite whatsapp cliccando i bottoni

+3905771645981 WhatsApp

oppure inviarci la tua richiesta compilando il modulo con i tuoi dati

Riempi il modulo per inviarci una mail