Prodotti

Legno di rovere
Caratteristiche e tipologie diverse

Tavolobello Srl

Se sei un amante della natura e allo stesso tempo sei un amante del legno e degli oggetti che si possono ricavare dalla sua lavorazione, allora potresti trovare molto interessante questo articolo. Cercheremo di spigare in modo più dettagliato che cos’è il legno di rovere, quali sono le sue caratteristiche migliori e le sue applicazioni principali.


Prima di cominciare bisogna specificare che con il nome rovere si indentifica il legno proveniente dagli alberi della famiglia delle Fagacee, che comprende la quercia, la farnia, il leccio e il cerro. Tutti questi alberi elencati, possono raggiungere delle dimensioni importanti, un diametro ad esempio, di circa un metro e mezze e un’altezza di circa 30 metri. Il legno che si ricava da questi alberi si contraddistingue per essere molto raffinato e per avere delle ottime prestazioni.


Le sue caratteristiche principali
Il legno di rovere è un materiale naturale con una lunga storia nell'utilizzo in molti campi. E' un legno duro e resistente, caratterizzato da una venatura marcata e un colore che va dal giallo al marrone rossiccio. La sua stabilità dimensionale gli permette di non subire grandi variazioni di volume e forma a causa dell'umidità e delle variazioni di temperatura.

Uno dei suoi principali utilizzi è nell'arredamento e nell'edilizia. E' molto utilizzato per la produzione di mobili, pavimenti, travi, tavoli, porte, finestre e molti altri oggetti. Inoltre, è molto utilizzato per la produzione di barili per la fermentazione e l'invecchiamento di vini e whisky, e anche nella produzione di alcolici come la birra e il sidro.

Il legno di rovere è anche molto resistente e duraturo, per questo è molto apprezzato per l'utilizzo esterno. E' utilizzato per la produzione di arredi da giardino, per la costruzione di ponti e per la realizzazione di tetti e coperture.
Il rovere si presta a molte lavorazioni, può essere lavorato con utensili manuali o elettrici, può essere levigato, verniciato, laccato, e anche intagliato.

Riassumendole:

• Colore bruno che tende al giallo, molto apprezzato nell’arredamento, tende a schiarire col tempo.
• Buona resistenza meccanica, resiste alle sollecitazioni esterne.
• Elevata durezza e tenacità, resiste molto bene agli urti.
• Buona durezza, stabilità e durabilità, tutte qualità che migliorano con la stagionatura.
• Resistente alle intemperie ed agli agenti atmosferici, non teme l’umidità e la salsedine.
• Buona durabilità del durame, resiste all’invecchiamento, ai funghi ed alle muffe.
• Si presta a realizzare superfici curve, come pregiate botti.
• Buona lavorabilità e facilità di taglio, con il giusto utensile, come Fraiser
• Buona attitudine all’assemblaggio, con colla, viti e chiodi.
• Discreta stabilità, tende leggermente ad imbarcarsi.
• Peso specifico elevato, intorno ai 750 kg/mc stagionato e 1000 kg/mc fresco.
• Buona attitudine alla finitura, dopo aver preparato adeguatamente il fondo.

Le diverse tipologie di rovere



Ci sono diverse tipologie di rovere che si possono trovare in commercio, ognuna con caratteristiche e utilizzi specifici.

Ecco alcune delle principali:

• Rovere europeo: è una delle specie di rovere più comuni e diffuse in Europa. E' un legno duro e resistente, con una venatura marcata e un colore che va dal giallo al marrone rossiccio. E' molto utilizzato per la produzione di mobili, pavimenti, travi, tavoli, porte e finestre.
• Rovere americano: è una specie di rovere originaria dell'America del Nord. E' un legno più leggero e meno duro rispetto al rovere europeo, ma comunque resistente. Ha una venatura meno marcata e un colore più chiaro. E' molto utilizzato per la produzione di mobili, pavimenti, travi e tavoli.
• Rovere francese: è una specie di rovere originaria della Francia. E' un legno duro e resistente, con una venatura marcata e un colore che va dal giallo al marrone rossiccio. E' molto utilizzato per la produzione di mobili, pavimenti, travi, tavoli, porte e finestre. E' molto apprezzato per la sua bellezza estetica e per la sua stabilità dimensionale.
• Rovere sbiancato: è una tipologia di rovere europeo che viene trattato con prodotti chimici per eliminare il colore naturale del legno e rendere più chiaro. E' un legno duro e resistente, con una venatura marcata e un colore bianco. E' molto utilizzato per la produzione di mobili, pavimenti, travi, tavoli, porte e finestre.
• Rovere termotrattato: è una tipologia di rovere europeo che viene sottoposto a un trattamento termico per cambiare il colore e migliorare le proprietà del legno. E' un legno duro e resistente, con una venatura marcata e un colore marrone scuro. E' molto utilizzato per la produzione di mobili, pavimenti, travi, tavoli, porte e finestre.

Ognuna di queste tipologie di rovere ha caratteristiche e proprietà uniche, quindi è importante scegliere quella più adatta alle proprie esigenze e all'utilizzo previsto.

Utilizzi
Questa tipologia di legno viene principalmente utilizzata per:

  • la realizzazione di mobili pregiati
  • costruzione di botti pregiate
  • strutture portanti

    Quali sono i suoi pregi e i suoi difetti



    Il costo è molto elevato, ma presenta senza dubbio delle ottime qualità

    • Elevata durezza e tenacità
    • Elevata resistenza alle intemperie ed agli agenti atmosferici
    • Buona durabilità.
    • Prezzo mediamente elevato

    Le piante del rovere sono molto longeve e possono arrivare anche fino a 500 anni. La maggior parte del rovere che viene utilizzato oggi proviene principalmente sia dalla Francia, sia dai paesi dell’Europa orientale. In Italia è presente soprattutto tra le vallate alpine e prealpine.

  • Vuoi un preventivo o informazioni ?

    Siamo a tua disposizione per ogni chiarimento o supporto, puoi chiamarci telefonicamente o contattarci tramite whatsapp cliccando i bottoni

    +393715295764 WhatsApp

    oppure inviarci la tua richiesta compilando il modulo con i tuoi dati

    Riempi il modulo per inviarci una mail